Hamad chiama la battaglia navale
“Armatevi e combattete Israele”

I manifestanti palestinesi in barca collocano la loro bandiera nazionale su una struttura metallica al confine marittimo con Israele, nella parte settentrionale della Striscia di Gaza

I manifestanti palestinesi in barca collocano la loro bandiera nazionale su una struttura metallica al confine marittimo con Israele, nella parte settentrionale della Striscia di Gaza

di David Sinai –

Ora non si aspetta neanche più la scusa della Marcia del ritorno del venerdì, è guerriglia tutti i giorni. Anche lunedì assalti al confine con pietre, ordigni esplosivi, granate, bombe e con i manifestanti che hanno  fatto rotolare pneumatici in fiamme verso le truppe dall’altra parte della barriera di sicurezza. Bilancio: trenta feriti.

palestinesi lanciano pietre contro le forze israeliane durante gli scontri lungo il confine

I palestinesi lanciano pietre contro le forze israeliane durante gli scontri lungo il confine

Ma gli scontri più impegnativi si sono tenuti sul mare lungo il confine settentrionale di Gaza, vicino alla spiaggia di Zikim, a sud di Ashkelon, dove alcuni rivoltosi sono riusciti a sabotare e rimuovere una parte della recinzione.

I militari israeliani hanno aperto il fuoco. Nel frattempo, dozzine di barche hanno sfidato il blocco israeliano ma sono state intercettate dalle navi della marina israeliana.

L'ex ministro dell'interno Hamas Fathi Hamad

L’ex ministro dell’interno Hamas Fathi Hamad

Fathi Hamad, l’ex ministro degli interni della Striscia di Hamas, ha parlato con i manifestanti vicino alla flottiglia ed ha detto “A tutti coloro che esitano, prendere le armi e combattere Israele in Cisgiordania”.

 

 

 

 

 

 

 

Condividi