Hoffman, la donna del Muro
è fra le prime venti del mondo

Anat-Hoffman-1024x512

La tradizione vuole che l’otto marzo sia la Giornata internazionale della donna (Iwd)  proclamata nel 1977 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, come il giorno per i diritti delle donne e la pace nel mondo.

epa05826296 (41/42) Israeli activist Anat Hoffman in her prayer shawl recites prayers before the Western Wall, Judaism's holiest site, in Jerusalem's Old City, Israel, 08 February 2017. Anat Hoffman is an Israeli activist leading the battle to allow women the right to pray at the Western Wall or Kotel in Jerusalem's Old City. Her battle has made her one of the most admired and reviled women in Israel. The International Women's Day (IWD) was marked for the first time in 1911 and is celebrated on 08 March since 1913. March 08 was proclaimed by the United Nations General Assembly as the day for women's rights and world peace in 1977. EPA/JIM HOLLANDER PLEASE REFER TO THE ADVISORY NOTICE (epa05826255) FOR FULL PACKAGE TEXT

Anat Hoffman

Giorno in cui vengono ricordate e menzionate alcune personalità femminili  che ogni giorno nel mondo difendono e si battono contro la violenza sulle donne, per l’uguaglianza e il rispetto. Fra queste l’attivista israeliana Anat Hoffman che da anni si batte, tra l’altro, per permettere alle donne il diritto di pregare al Muro del Pianto.

Anat Hoffman attivista per il pluralismo religioso, è direttore esecutivo della Israel Religious Action Center (Irac), nonché membro fondatore di Neshot HaKotel, movimento noto anche come le donne del Muro.

Nel 2013, per il quotidiano israeliano, Haaretz , è stata “il personaggio dell’anno” mentre per il Jerusalem Post è nella lista dei 50 ebrei più influenti, grazie alle sue battaglie per portare la questione dei diritti delle donne al Kotel alla “ribalta della coscienza della comunità ebraica mondiale”.

La Hofman è stata anche presidente di Donne in Nero , il movimento contro la guerra che conta 10.000 attivisti di tutto il mondo. Il primo gruppo era formato da donne israeliane a Gerusalemme nel 1988, in seguito allo scoppio della prima Intifada.

Condividi