I Giusti dello sport

Il pugno alzato di Tommie Smith e John Carlos e l’eroismo di Peter Norman alle Olimpiadi di Città del Messico del 1968. Le missioni in soccorso agli ebrei perseguitati dal nazifascismo di Gino Bartali.

II dissenso manifestato dai coniugi Zátopek durante la repressione di Praga. Le loro storie, insieme a molte altre, sono raccontate nell’e-book I giusti dello sport realizzato da Gariwo, la foresta dei Giusti con sede a Milano.

Vicende emblematiche che, sottolinea il presidente di, ci ricordano come uomini normali, se sorretti dal coraggio e dalla determinazione, «hanno potuto incidere e lasciare delle tracce di umanità”.

Coordinato da Joshua Evangelista con la supervisione editoriale di Martina Landi e Simone Bettini e le illustrazioni di Lorenzo Ciapponi, il progetto è patrocinato dalla Fondazione Candido Cannavò per lo sport. Ventidue gli autori che hanno donato i loro testi e le loro riflessioni, tra questi Gianni Mura, Gabriele Nissim, Darwin Pastorin, Leonardo Coen, Franco Arturi.    .

 (Avvenire)

 

Condividi