I partigiani palestinesi romani
L’Anpi manifesta contro Israele

 di Franco Meda –

L’Anpi provinciale di Roma aderisce e partecipa alla manifestazione in Campidoglio del 27 giugno alle ore 16 promossa dalla comunità Palestinese contro l’annessione israeliana dei territori palestinesi e per il riconoscimento dello Stato di Palestina.  “Contro la forzatura del piano Trump – si legge in un documento della presidenza dell’ANPI provinciale di Roma – che destabilizzerebbe ulteriormente la regione, allontanando nel tempo le giuste rivendicazioni palestinesi contro gli insediamenti illegali israeliani in terra palestinese, per il diritto al ritorno dei profughi, per Gerusalemme città cosmopolita, per il diritto a vivere sulla propria terra, nella dignità e nella libertà del suo popolo”.

L’associazione nazionale partigiani italiani di Roma continua così nella sua campagna d’odio nei confronti di Israele, quelli che praticamente da qualche anno impediscono alla brigata ebraica di partecipare al corteo del 25 aprile, avendo fatto una precisa scelta di campo.

“A causa dell’impossibilità di partecipare al corteo del 25 Aprile – scrissero la Comunità Ebraica di Roma, l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, e la federazione delle associazioni Italia Israele – a seguito della scelta dell’Anpi Roma di cancellare la storia e far sfilare gli eredi del Gran Mufti di Gerusalemme che si alleò con Hitler con le proprie bandiere e delle ripetute aggressioni, avvenute negli anni passati, ai danni dei rappresentanti della Brigata Ebraica il mondo ebraico ha deciso di organizzare  una manifestazione autonoma per onorare la storia della Resistenza italiana e del contributo ebraico alla Liberazione”.

 

 

 

Condividi