Il Bds stringe la mano al terrorismo

Un rappresentante dell’Fplp con Muhammed Desai, di BDS Sudafrica

Un rappresentante dell’Fplp con Muhammed Desai, di BDS Sudafrica

66455177_357391198305855_5346773549493256192_n

Una stretta di mano significativa che spiega molte cose, non ci sono dubbi. Qualora ci fosse ancora qualcuno che non aveva ben chiare le radici e gli obiettivi del Bds. Il movimento a guida palestinese per il boicottaggio, disinvestimento e sanzioni contro Israele.

La scorsa settimana “BDS Sudafrica” ha twittato un’immagine del suo esponete di punta, Muhammed Desai, che stringe la mano a un rappresentante del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina (Fplp), un’organizzazione classificata come terrorista non solo da Israele, ma anche da Stati Uniti e Unione Europea.  

Il tweet, ora cancellato, diceva: “Il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina lavora a stretto contatto con BDS Sudafrica nella campagna globale contro l’apartheid d’Israele”. Il gruppo “Ong Monitor”, con sede a Gerusalemme, ha salvato uno screenshot del tweet.

Condividi