Il biberon di Abu Mazen
pieno di veleno e bugie

Palestinian President Mahmoud Abbas reads a newspaper inside the hospital in Ramallah, in the occupied West Bank May 21, 2018. Palestinian President Office (PPO)/Handout via REUTERS ATTENTION EDITORS - THIS PICTURE WAS PROVIDED BY A THIRD PARTY. NO RESALES. NO ARCHIVE

di Yair Shalom –

Abu Mazen , attualmente ricoverato in ospedale a Ramallah, legge un quotidiano dell’Autorità Palestinese che ha in evidenza una grande vignetta che mostra un soldato israeliano che sostituisce con un biberon di veleno il biberon di un neonato.

Una foto con chiaro riferimento a Lila Randur, la bambina di 8 mesi che i palestinesi continuano a sostenere essere stata uccisa dai lacrimogeni israeliani la scorsa settimana al confine di Gaza nonostante fonti mediche palestinesi a Gaza abbiano accertato che è deceduta per una grave malattia di cui era affetta. L’accusa di avvelenare e uccidere intenzionalmente bambini non ebrei è da secoli una classica calunnia dell’antisemitismo.

Condividi