Il cancro Bds

cc

di Ben Dror Yemini –

L’indagine antisemitismo della CNN è stata pubblicata in seguito alla decisione di Airbnb di rimuovere gli elenchi degli insediamenti ebraici in Cisgiordania. La risposta immediata era l’antisemitismo. Le organizzazioni di sinistra in tutto il mondo, in particolare la sinistra radicale, si sono rallegrate per la decisione di Airbnb, che considerano una vittoria personale. È vero che l’impatto sull’economia israeliana è trascurabile, ma questa è una vittoria simbolica: quando un famoso cantante annulla un concerto in Israele, l’impatto sull’economia israeliana è trascurabile, ma la vittoria della propaganda è certamente significativa.

Ben-Dror Yemini

Ben Dror Yemini

Il movimento BDS è un movimento antisemita a tutti gli effetti, non perché promuove boicottaggi o sanzioni contro Israele. E ‘antisemita perché i suoi leader respingono il vero diritto di Israele di esistere, così come il diritto all’autodeterminazione del popolo ebraico

boyy-640x480

Il movimento BDS è antisemita perché usa i metodi antisemiti del passato: la demonizzazione di Israele. Il movimento BDS è antisemita, anche se hanno membri ebrei, dal momento che la storia ci mostra che le organizzazioni anti-ebraiche usavano sempre i membri ebrei per far avanzare i loro programmi.

Molte delle posizioni evidenziate dall’indagine antisemitismo della CNN sono il risultato della propaganda anti-israeliana mondiale, che presenta i soldati delle IDF come criminali. Tuttavia, va notato che non tutti i boicottaggi sui prodotti fatti dagli insediamenti sono antisemiti, proprio come l’impresa di insediamento ebraica non ne fa un antisemita.

Insediamenti in Cisgiordania

Insediamenti in Cisgiordania

Anch’io sono contrario all’espansione degli insediamenti ebraici, almeno al di fuori dei principali blocchi di insediamenti in Cisgiordania. Per quanto ne so, non sono antisemita. Al contrario, sono un chiaro e attivo sostenitore del diritto di Israele di esistere come stato ebraico e democratico.

Quindi la domanda rimane. La mossa di Airbnb è antisemita? Per rispondere a questa domanda, dobbiamo rivolgerci alla definizione di antisemitismo, che è stata adottata da molti paesi e organizzazioni di tutto il mondo, tra cui il Dipartimento di Stato americano, il Partito laburista britannico (dopo un acceso dibattito e nonostante l’ opposizione di Il leader laburista Jeremy Corbyn ) e una commissione del Parlamento europeo.

8892734099993640360no

Un’azione è definita antisemita quando Israele riceve un trattamento diverso rispetto ad altri paesi. In questo caso, Airbnb non ha rimosso il Tibet dai suoi servizi, nonostante sia un territorio occupato. Né ha rimosso le inserzioni dalla Repubblica Turca di Cipro del Nord, nonostante si tratti di un territorio occupato non riconosciuto dalle Nazioni Unite; o la Repubblica di Abkhazia, che fu rimossa con la forza dalla Georgia dalla Russia; o la Crimea, che è anche occupata dalla Russia; o Nagorno-Karabakh, che è occupato dall’Armenia.

Di tutti i territori in discussione, solo un’area è stata rimossa da Airbnb grazie al lavoro di “organizzazioni per i diritti umani” come Human Rights Watch e Jewish Voice for Peace. Queste organizzazioni hanno trasformato la parola “diritti umani” in uno strumento di propaganda velenoso, falso e manipolativo, diretto principalmente verso uno stato, lo stato ebraico.

79106400100075640360no

Quindi, quando torniamo al sondaggio antisemita della CNN, le cui scoperte sono state pubblicate martedì, si può presumere che gran parte delle posizioni che evidenzia siano il risultato della propaganda anti-israeliana. Esistono campagne pubbliche quasi nulle contro altri paesi che controllano, siano essi giustamente o meno, i territori in discussione. Tuttavia, quando si tratta del nostro piccolo paese, la propaganda mondiale contro Israele si sta diffondendo rapidamente.

Vale la pena notare che la maggior parte delle campagne che trattano il conflitto israelo-palestinese non promuovono la pace e la riconciliazione. Queste sono campagne che ritraggono soldati IDF come criminali e di solito negano il diritto di Israele di esistere.

Pertanto, anche se i CEO di Airbnb non sono antisemiti, hanno preso una decisione antisemita. Il sondaggio della CNN dimostra che la campagna è viva e vegeta. E quelli che celebrano la decisione di Airbnb, sia in Israele che all’estero, non sono degli utili idioti. Sono il cuore pulsante della campagna antisemita.

(Ynet)

Condividi