Il comitato scientifico del Meis

comitato

 Donatella Calabi, Enzo Campelli, rav Luciano Caro, Tania Cohen Uzielli, Manuela Consonni, rav Roberto Della Rocca, Alain Elkann, Aldo Grasso, Saul Meghnagi, Alberto Melloni, Paolo Mieli, Mauro Perani, Michele Sarfatti e rav Amedeo Spagnoletto sono i componenti del nuovo Comitato Scientifico del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah che è costituito da autorevoli esperti in materia di ebraismo, museologia, beni culturali, ricerca storica, sociologia, dialogo interreligioso e comunicazione.

Il Museo nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah (Meis) è stato istituito a Ferrara in base alla legge 17 aprile 2003 n.91 (modificata dalla legge 296 del 27 dicembre 2006) per far conoscere la storia, il pensiero e la cultura dell’ebraismo italiano (avendo in grande evidenza le testimonianze delle persecuzioni razziali ed alla Shoah in Italia) e per promuovere attività didattiche nonché organizzare manifestazioni, incontri nazionali e internazionali, convegni, mostre permanenti e temporanee, proiezioni di film e di spettacoli sui temi della pace e della fratellanza tra popoli e dell’incontro tra culture e religioni diverse.

carcere12

Il Presidente del Meis, Dario Disegni e il direttore del Museo, Simonetta Della Seta hanno ribadito che è il ruolo del Comitato è quello di sostenere il nascente Museo “con contributi originali e altamente qualificati, che consentano di svolgere appieno la missione di diffondere la conoscenza, presso il vasto pubblico, della bimillenaria esperienza ebraica in Italia, nonché di essere un luogo aperto e inclusivo, che promuova i valori del dialogo e dell’incontro tra culture

Condividi