Il Consolato generale Usa
vieta a dipendenti e familiari
viaggi privati in Cisgiordania

img814768

di Yair Shalom –

“A causa di annunciate proteste il Consolato Generale degli Stati Uniti proibisce i viaggi ufficiali in Cisgiordania nell’ultimo giorno di febbraio. Ai dipendenti del Consolato Generale degli Stati Uniti ed ai loro familiari continuano ad essere vietati viaggi personali in Cisgiordania ad eccezione del uso della Route 443.”

203916050-da613484-91a4-43ce-acd0-ff39439590ee

Il consolato generale degli Stati Uniti a Gerusalemme ha lanciato un avvertimento di massima allerta a tutti i cittadini americani che dovranno anche tenere un profilo basso.

L’avvertimento e la massima allerta nasce dopo che i gruppi dell’Autorità Palestinese hanno indetto manifestazioni di “Day of Rage” per protestare contro la decisione del presidente Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale israeliana e di spostare l’ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme.

Lunedi, le Forze Nazionali e Islamiche Palestinesi, una coalizione di vari gruppi terroristici, compreso il partito Fatah al potere dell’Autorità Palestinese, hanno chiamato alle proteste di piazza ed alle manifestazioni il popo Palestinese

 

 

 

Condividi