Il console italiano Sokolowicz
visita due centri Unrwa a Gaza

epa03112551 A Palestinian man inspects the damage in a house after an Israeli airstrike in the Al Tuffah area east of Gaza City on, 19 February 2012. Reports state that four Palestinians from the family were injured following the Israeli airstrike. EPA/MOHAMMED SABER

Il console generale a Gerusalemme, Fabio Sokolowicz, durante una missione nella Striscia di Gaza, ha visitato il centro di distribuzione di aiuti alimentari di Tuffah e il centro di salute di Burej, entrambi gestiti da Unrwa, Agenzia che si occupa di fornire servizi primari a 1.3 milioni di rifugiati della Striscia (su un totale di 2 milioni di abitanti).

Fabio Sokolowicz

Fabio Sokolowicz

Secondo un comunicato del Consolato  la missione ha permesso “di toccare con mano il ruolo essenziale dell’Agenzia Onu, cui l’Italia assicura un importante contributo, per evitare il collasso dell’enclave palestinese”. Il centro di distribuzione alimentare di Tuffah – è stato ricordato – “è uno dei 10 centri di distribuzione di aiuti alimentari che a Gaza assicurano alimenti di base (tra cui riso e farina) a circa 1 milione di rifugiati palestinesi in stato di povertà estrema”.

Pierre Krahenbuhl.

Pierre Krahenbuhl

L’ospedale di Burej è invece “uno dei 22 centri sanitari che somministrano cure primarie ai rifugiati, con una media di oltre 3 milioni di visite l’anno”. Proprio in questi giorni – ha infine sottolineato il Consolato – è in visita in Italia il Commissario Generale di Unrwa, l’agenzia Onu per i rifugiati palestinesi, Pierre Krahenbuhl.

(Ansamed)

 

Condividi