Il cuore di Israele
Campagna di solidarietà
per aiutare i più poveri

di Giacomo Kahn –

Già centinaia di migliaia di euro sono stati messi a disposizione da ricchi israeliani per i concittadini diventati indigenti, a causa dell’epidemia di coronavirus. Lo scrive la stampa locale, dove la notizia sta avendo grossa eco. Il primo ministro, Benjamin Netanyahu, ha annunciato nei giorni scorsi un piano che prevede l’estensione degli aiuti a tutti gli israeliani a causa della crisi economica derivata dalla pandemia.

Il premier ha annunciato che il governo distribuirà aiuti a tutti gli israeliani, indipendentemente dalla loro posizione economica.

Chiunque sopra i 18 anni riceverà 750 shekel (191 euro), le famiglie con un bambino riceveranno 2.000 Shekel (500 euro), quelle con due 2.500 shekel (630 euro) e quelle con tre figli o più riceveranno 3.000 Shekel (760 euro).

Nonostante il piano di aiuti pubblici, già 5.633 israeliani hanno donato 2.772.112 shekel (circa 800.000 euro) alla campagna di crowdfunding lanciata sulla piattaforma GiveBack. Guy Lerer, che sta guidando la campagna, ha scritto su Twitter che i soldi saranno distribuiti a persone indigenti, che non sanno come fare per fare la spesa, a pagare le bollette e portare avanti la famiglia.

(Shalom)

 

Condividi