Il dilagare dell’antisemitismo
Un israeliano su due
ha “paura” di viaggiare in Europa

Una delle tombe profanate in un cimitero ebraico in Alsazia

Una delle tombe profanate in un cimitero ebraico in Alsazia

 di Hanan Greenwood –

Lo studio Sapio Research and Strategy ha condotto un sondaggio su 502 israeliani sulle loro preoccupazioni per l’aumento dell’antisemitismo in Europa. La metà degli israeliani intervistati afferma di temere di incontrare l’antisemitismo durante le vacanze all’estero, secondo una ricerca  commissionata dalla Conferenza europea dei rabbini, che rappresenta centinaia di comunità ebraiche in tutto il continente.

Hanan Greenwood

Hanan Greenwood

Il sondaggio ha rilevato che il 49% degli israeliani era preoccupato per l’antisemitismo mentre viaggia in Europa. Il 71% degli israeliani ritiene che gli ebrei europei non siano al sicuro nei loro paesi di residenza.

E alla domanda se gli ebrei europei dovrebbero fare l’aliya, il 91% degli intervistati ha dichiarato che dovrebbero emigrare in Israele. Solo il 9% ha dichiarato che dovrebbero rimanere dove sono.

I graffiti antisemiti trovati sul ristorante Bagelstein a Parigi il 9 febbraio 201

I graffiti antisemiti trovati sul ristorante Bagelstein di Parigi

Tra gli intervistati, il 91% degli israeliani intervistati ha dichiarato di preoccuparsi degli incidenti antisemiti che si verificano in tutta Europa

Per quanto riguarda l’assistenza che il governo israeliano fornisce agli ebrei, solo il 22% ha affermato che Gerusalemme sta facendo abbastanza per aiutare gli ebrei europei, il 48% ha affermato che   gli ebrei europei vengono aiutati in misura moderata, e il 30% ha detto che non si sta facendo abbastanza.

naziroma_4

Roma

“Gli episodi antisemiti in tutta Europa sono intollerabili e dolorosamente reminiscenti degli eventi oscuri del secolo scorso: stanno attaccando la libertà e i valori dell’Europa – ha affermato Pinchas Goldschmidt, Presidente della Conferenza dei Rabbini e Rabbino Capo di Mosca- Stiamo conducendo una lotta quotidiana per la libertà di religione e contro l’antisemitismo e i suoi messaggi di odio”.

 

 (Israel Hayom)

 

Condividi