Il diritto di essere bambini

35402066_1063050973852346_4884405635585671168_n

di Eduardo Palumbo –

Da questa parte della barriera un palloncino colorato è gioia, felicità. Accompagnare un aquilone è correre verso il futuro, il piacere di avere un di un piccolo grande pipistrello da lanciare fra le nuvole, farlo salire, scendere, virare, lanciarlo in direzione del sole, un gioco semplice, una magia senza fine.

 

35402066_1063

 

Ed allora se i bambini di un kibbutz situato nelle vicinanze della Striscia di Gaza fanno volare decine di palloncini colorati legati a dolci e caramelle potete scommetterci che nei loro occhi leggerete spensieratezza ed allegria. Gioia e felicità. Come è giusto che sia. Perché un bambino ha il diritto di essere un bambino.

35402066_1063050973852346_4884405635585671168_n

Ma se andate dall’altra parte della barriera, i palloncini e gli aquiloni, come d’incanto si trasformano innaturalmente in strumenti di odio e di violenza, di morte e di sangue.

 

Ecco gli aquiloni trasformati in molotov, stracci infuocati, i palloncini incendiari o collegati con degli ordigni esplosivi a tempo.

32815879_1046382968852480_987456274620743680_n

Ai bambini di Gaza, hanno tolto il diritto di essere bambini. Strappato il sorriso, perché ai loro palloncini sono legate delle piccole bombe, i loro aquiloni sono delle torce volanti. Hamas con la sua politica folle ha distrutto la Gaza e quella di domani.

Condividi