Il giorno più triste dell’anno
Tisha B’Av, gli ebrei sono in lutto

di Yair Shalom –

Gli ebrei di tutto il mondo  in digiuno per Tisha B’Av, per piangere la distruzione dei due templi e altri tragici eventi che hanno colpito il popolo ebraico. Durante Tisha B’Av, tutti gli ebrei sono considerati in lutto.Tisha B’Av, il nono giorno del mese di Av, ha ospitato calamità nel corso della storia. I babilonesi distrussero il tempio di Salomone nel 586 a.C., poi i romani distrussero il secondo tempio nel 66 d.C. Sessantanove anni dopo, anche i romani sradicarono la rivolta di Bar Kochva e pose fine alla speranza finale dell’autogoverno ebraico fino al 20 ° secolo.

Più tardi, gli ebrei furono costretti a lasciare l’Inghilterra, la Francia e la Spagna il nono di Av. Anche in tempi recenti la giornata ha avuto alcuni dei peggiori momenti per il popolo ebraico. Il nono di Av, nel 1941, i nazisti approvarono la loro “soluzione finale” per uccidere tutti gli ebrei che potevano. Esattamente un anno dopo, il nono di Av 1942, iniziò la liquidazione del ghetto di Varsavia.

In ricordo di tutte queste tragedie, il digiuno di Tisha B’Av è considerato il giorno più veloce e più triste dell’anno. Proprio come su Yom Kippur, cinque cose sono proibite: mangiare e bere, fare il bagno, applicare profumi o oli, indossare scarpe di cuoio e relazioni intime.

 

What do you want to do ?

New mail

Condividi