Il grido di dolore dei Drusi

GOC Northern Command Strick, right, with Druze spiritual leader Tarif, 2nd from right

di Yair Shalom –

Shaykh Muwaffak Tarīf, leader spirituale della comunità Druze in Israele, ha dichiarato che i Drusi si aspettano che l’IDF metta fine agli attacchi terroristici del movimento al Nusra nel villaggio siriano di Hader, attacchi che sono costati la morte di 18 persone ed il ferimento di molti altri. 

Shaykh Muwaffak Tarīf (

Shaykh Muwaffak Tarīf

“Non abbiamo chiesto e non chiediamo a Israele di andare in Siria o di prendere il villaggio- ha detto Tarif a Ynet – Il fianco di Nusra è sotto l’occhio vigile dell’IDF, che potrebbe  dettare una sorta di ultimatum, una ideale linea rossa.  “Non superate questo confine, non avvicinatevi a Hader, altrimenti interverremo noi. Ecco è questo che chiediamo ad Israele. Abbiamo comunicato al primo ministro, al ministro della difesa, al capo dell’IDF e al comando nord del GOC che questo atteggiamento è vitale per noi. Israele deve stare al fianco dei Drusi, proteggere il villaggio di Hader e impedire  che i terroristi lo conquistino e massacrino il suo popolo “

Tarif ha detto che ha ricevuto le assicurazioni dal Comando Nord del GOC, l’IDF farà tutto quello che serve per impedire al Fronte Nusra e ad ogni altro gruppo di terrorismo di avanzare sul villaggio.

 

Condividi