Il grido di rabbia di Sderot
“Per noi nessun cessate il fuoco”

Alon Davidi e Binyamin Netanyahu, oggi

Alon Davidi e Binyamin Netanyahu oggi in una scuola materna di Sderot

 di Yair Shalom –

“Sono lieto che Netanyahu sia arrivato a Sderot così abbiamo chiarito le cose- ha detto il sindaco di Sderot, Alon Davidi-. Abbiamo avuto la rassicurazione  che lo Stato sta conducendo una guerra contro le organizzazioni terroristiche e gli abbiamo detto che ha il più ampio sostegno per riportare la pace nella nostra regione. Aquiloni e palloni devono essere fermati, la nostra ovvia richiesta è di colpire duramente i terroristi. per noi non c’è, non può esserci un cessate il fuoco con Hamas”.

il sindaco di Sderot, Alon Davidi

Alon Davidi

“Stiamo pagando – ha detto Davidi – un prezzo pesante, perché è noto che Hamas non dirigerà quotidianamente i suoi missili verso i centri delle città più distanti: noi siamo come una sorta di bersaglio naturale. Negli ultimi quattro anni Sderot ha fatto passi da gigante e non possiamo continuare ad essere  oggetto degli attacchi terroristici. Dobbiamo fornire una risposta ampia e globale contro il terrorismo “.

img848234

Aharon Buchris

Davidi ha parlato della speciale unità che esiste a Sderot, specialmente nelle situazioni di emergenza. “Sabato scorso, abbiamo avuto quattro razzi, uno nella casa della famiglia Buchris, due nei campi da gioco e un quarto è     atterrato a 50 metri da casa mia. Abbiamo assistito per la famiglia Buchris alla grande mobilitazione dei vicini e degli amici. Posso garantire che il terrorismo non ci sconfiggerà…”

 

Condividi