Il laboratorio Medioriente

di Niram Ferretti –

I complottisti che vedono ancora il Medioriente come laboratorio di conquista per l’egemonia americana, saranno soddisfatti ora, nonostante, fino a poco tempo, fa fosse palese che gli USA dal Medioriente volessero defilarsi. Obama in Siria cercò di entrarci il minimo indispensabile, e Trump ancora meno. Ricordiamo tutti il lasciapassare a Erdogan e il ritiro dei soldati americani, al suono dei megafoni di, “These are not our wars”.

Niram Ferretti

Eppure ora con l’apertura degli Emirati nei confronti di Israele, salutata da diversi commentatori come un avvenimento epocale, e il coaguolo di un fronte sunnita più compatto contro le mire egemoniche iraniane, gli USA, si rifanno vivi come sponsor e garanti dell’accordo.

Due fatti rilevanti hanno interessato recentemente il Medioriente, l’esplosione a Beirut e l’apertura degli Emirati nei confronti di Israele. Gatta ci cova?

Ho letto una stupenda analisi di Giancarlo Elia Valori, gran massone dall’occhio panoramico (ovviamente), e sì, vicino a Israele, il quale ci informa che il Libano è ora piatto prelibato per gli operatori del caos che se lo vorranno spartire.

No, non nomina esplicitamente gli USA, ma si sa che gli americani sono gli eredi dei francesi e dei britannici del famigerato Accordo Sykes–Picot ed Elia Valori ha scritto la prefazione a un libro di un promettente cardiniano che ci spiega proprio quanto siano perfidi gli yankees.

Giancarlo Elia Valori

Meglio sarebbe un Medioriente a trazione sciita, senza interferenze estranee (no, non lo dice Elia Valori, è una mia considerazione). Se sunniti e sciiti si scannassero tra di loro, alla fine non sarebbe poi una grande novità, è così dalla morte del Profeta, però in mezzo c’è Israele a cui non garba più di tanto, andandoci di mezzo.

Dopo l’esplosione in Libano e l’apertura degli Emirati nei confronti di Israele, effettivamente l’Iran è un po’ in affanno, lo è già da parecchio, in realtà, da quando Trump gli ha fatto sfumare le lucrose commesse occidentali e gli ha liquidato Soleimani, ma non si può ancora cantare vittoria, sono sempre lì e continueranno a esserci ancora per un po’.

 

What do you want to do ?

New mail

Condividi