Il ministero della Difesa israeliano
ha autorizzato la costruzione
di 2.300 case in Giudea e Samaria

Vista di Ma'aleh Adumim

Ma’aleh Adumim

Il ministero della Difesa israeliano ha autorizzato i piani per la costruzione di oltre 2.300 case nelle comunità ebraiche in Giudea e Samaria, a seguito delle sessioni del Sottocomitato per l’Alta Pianificazione dell’Amministrazione Civile di lunedì e martedì. Secondo quanto si è appreso , 838 case hanno superato tutte le fasi dell’approvazione della costruzione, con altre 1.466 approvate nella fase di pianificazione iniziale. La maggior parte è stata approvata per le più piccole comunità ebraiche rispetto ai grandi blocchi.

Ibei Hanahal

Ibei Hanahal

I permessi forniranno la legalizzazione retroattiva a Givat Salit nella valle del Giordano settentrionale; Ibei Hanahal nel deserto della Giudea a sud-est di Betlemme; e Haroeh Ha’ivri ad est di Gerusalemme, che è stato approvato per un campus educativo.

Le approvazioni arrivano dopo che il governo della sicurezza israeliano ha approvato il mese scorso un piano per concedere 715 permessi di costruzione ai palestinesi nelle aree controllate da Israele in Giudea e Samaria, nonostante decenni di politica in cui Israele ha limitato tali indennità a causa della capacità degli arabi di costruire in palestinese Aree controllate dall’autorità.

(jns)

66455177_357391198305855_5346773549493256192_n(jns)

 

.

 

Condividi