Il monito dei rabbini
“ Non profanare
il Monte del Tempio”

Rabbi Stern e Rabbi Amar

Rabbi Stern e Rabbi Amar

di Amanda Gross –

I rabbini capo di Gerusalemme, il rabbino Aryeh Stern e il rabbino Shlomo Amar, si appellano al pubblico per non salire sul Monte del Tempio. “Recentemente, il fenomeno degli ebrei che entrano nel Monte del Tempio è aumentato, e questo causa molti ostacoli e danneggia la santità del luogo”, hanno scritto i rabbini in una lettera.

La polizia di frontiera pattuglia un'entrata al complesso del Monte del Tempio

La polizia di frontiera pattuglia un’entrata del Monte del Tempio

I rabbini ricordano ai fedeli che i rabbini principali di tutte le generazioni, così come i rabbini di Gerusalemme nel corso dei secoli, hanno vietato l’ingresso a tutta l’area del monte, e dicono che seguono le loro orme: “I rabbini principali delle generazioni, inclusi i grandi della Torah come Rabbi Kook zt , Rabbi Yitzchak Nissim, Rabbi Isser Y. Unterman, Rabbi Ovadia Yosef, Rabbi Avraham Shapira e Rabbi Mordechai Eliyahu, così come i rabbini di Gerusalemme attraverso le generazioni, hanno sempre avvertito il pubblico di non salire al Monte. “Uniamo i nostri predecessori, i rabbini di Gerusalemme, e avvertiamo il pubblico di non entrare nell’intero Monte del Tempio”, hanno detto i rabbini Amar e Stern.

I rabbini chiariscono che il divieto di ingresso è anche per gli arabi, ma il fatto che questi ultimi spessa trasgrediscano non concede il permesso per l’ingresso degli ebrei. “Chiediamo al governo e alle forze di sicurezza di fare tutto il possibile secondo alla legge ebraica, per porre fine al sacrilegio perpetrato sul monte Sion “.

I rabbini concludono la loro lettera chiedendo di diventare più forti nello studio delle leggi del Mikdash, insieme all’osservanza di Mora Mikdash (venerazione per il Tempio): “Chiediamo di rafforzare l’osservanza del Tempio e studiarne le leggi, insieme a preservare l’ammirazione per il posto del nostro Tempio. “Non è il Tempio che temete, ma Colui che lo ha comandato”.

 

 

 

Condividi