Il negazionista sale in cattedra
“L’Olocausto? Una bugia di Levi…”

Gino Giannetti,

Gino Giannetti,

di Marco Della Corte –

L’episodio sarebbe avvenuto presso il liceo artistico Eustachio Catalano di Palermo. Protagonista della vicenda è il professor Gino Giannetti, insegnante di discipline plastiche. Secondo quanto affermato dal docente, i lager nazisti sarebbero stati una bugia, in quanto c’erano piscine per il divertimento degli ebrei.

Le dichiarazioni balzane non si sarebbero limitate a ciò. Sempre secondo il Giannetti, Primo Levi sarebbe stato uno scrittore da non prendere sul serio. L’insegnante è finito al centro di un’indagine da parte della Digos e della Procura. Sono stati gli stessi studenti a segnalare al dirigente scolastico Maurizio Cusumano tali frasi negazioniste. In seguito, lo stesso preside, ha presentato alla polizia una denuncia contro il professore.

liceo-catalano

Il liceo artistico Eustachio Catalano di Palermo

L’accaduto è stato raccontato dalla Repubblica di Palermo, alla cui redazione sono giunte diverse missive disperate da parte degli alunni. Il professore, avrebbe addirittura invitato i ragazzi ad iscriversi a Forza Nuova. Nei mesi scorsi, durante alcune conversazioni su Facebook e Messenger, avrebbe inoltre inviato ad una sua studentessa alcuni link particolari di foto e video dichiaranti l’inesistenza della Shoah. La ragazza ha in seguito segnalato il tutto ad un altro docente.

Primo Levi

Primo Levi

La vicenda è giunta al preside che avrebbe in mano tutto il materiale incastrante il professor Gino Giannetti. Il docente subirà adesso un provvedimento disciplinare da parte dell’ufficio scolastico regionale, a cui è stata segnalata la vicenda. Il docente in questione è stato escluso dalle commissioni per la maturità.

aula informatica del Liceo Artistico Statale Eustachio Catalano Palermo per il Laboratorio di architettur

Dal 2016, il negazionismo è ufficialmente reato nel nostro paese. Coloro che negano tale tragico avvenimento storico rischiano fino a sei anni di carcere. Del resto, è inutile ricordare come nel corso dell’Olocausto persero la vita 6 milioni di ebrei. L’immane sterminio (come quello perpetrato ad Auschwitz) è documentato da agghiaccianti foto, filmati e dettagliate testimonianze da parte dei sopravvissuti.

(Giornale)

Condividi