Il paradiso della Sinagoga Paradesi

paradesi-synagogue-kochi

di Dova Cahan –

In India si trovano molte sinagoghe, anche se molte non sono più funzionali. Questi edifici risalenti alla metà del XVI e alla metà del XX secolo un tempo servivano i tre distinti gruppi ebraici del paese: gli antichi ebrei Cochin, le comunità ebraiche ed i Bene Israel, nonché i più recenti ebrei Baghdadi.

2 0

Dova Cahan

Gli ebrei in India ebbero un’esistenza molto pacifica rispetto al Medio Oriente e all’Europa dove furono perseguitati ripetutamente. Numerose sinagoghe furono edificate in tutta l’India e quasi tutte esistono fino ai giorni nostri. La maggior parte degli ebrei in India fece volontariamente Aliyah dopo la creazione di Israele, pur rimanendo ancora una considerevole comunità ebraica che usa attivamente queste sinagoghe, quelle che non sono usate per pregare ora sono musei della storia ebraica indiana.

20200113_132646

La Sinagoga Paradesi, è la sinagoga più antica dell’India, situata a Kochi (ex Cochin), nello stato del Kerala, all’estremo sud-ovest del paese. In passato era una delle tradizionali case di culto degli ebrei di Cochin (o Kerala) e all’inizio del 21 ° secolo era l’unica sinagoga attiva della comunità in India.

20200113_131823

La sinagoga fu costruita nel 1568 dalla prospera comunità commerciale ebraica della città, originariamente composta da ebrei sefarditi che erano stati esiliati dalla Spagna e dal Portogallo decenni prima.

Il consolidamento del potere portoghese nell’India occidentale a metà del XVI secolo vide l’inizio di un periodo turbolento per la comunità ebraica della città, poiché i funzionari locali dell’Inquisizione tentarono di estirpare la religione e la sinagoga fu distrutta da un incendio nel 1662. In seguito, nel 1663 con l’insediamento olandese nella circostante Costa di Malabar, la comunità ebraica riacquisto’ la sua prosperità e la sinagoga fu restaurata.

P8058301

La struttura emerge come un edificio rettangolare dalle pareti bianche con un tetto di tegole e cancelli in ferro battuto decorati con la stella di Davide. La torre dell’orologio è in stile olandese con quattro orologi, con diversi stili numerici: ebraico, romano, malayalam e arabo, che furono aggiunti dal principale commerciante della Compagnia delle Indie orientali olandesi in India, Ezekiel Rahabi, a metà del XVIII secolo.

20200113_132316

Oggi la sinagoga ospita pergamene della Torah decorate in oro e argento, un’arca in teak finemente intagliata, un tappeto che era un dono dell’imperatore etiope Haile Selassie I, dipinti raffiguranti la storia ebraica, lampadari di cristallo belgi e lampade decorative in argento ed ottone. Una caratteristica unica sono le piastrelle dipinte a mano che pavimentano il pavimento, che sono state portate dalla Cina. I beni più amati della sinagoga sono le lastre di rame di 1.600 anni sulle quali sono inscritte la carta di indipendenza della comunità e i privilegi concessi alla comunità ebraica dal raja di Cochin.

 

 

 

 

 

 

Condividi