Il rabbino capo di Israele Lau
scrive al premier italiano Conte
“Salvate il cimitero di Mantova”

6665953139_9e606495cd_b

Il cimitero ebraico di Mantova

di David Sinai –

Il rabbino capo di Israele Dovid Lau ha inviato una lettera-appello al primo ministro italiano Giuseppe Conte, chiedendo il suo intervento per impedire la distruzione dell’antico cimitero ebraico di Mantova. Recentemente è stato reso noto a Lau che il comune di Mantova ha deciso di avviare un progetto di urbanizzazione nell’area del cimitero e ha già iniziato i lavori di demolizione.

m

Rabbi Dovid Lau

Rabbi Dovid Lau

“L’ebraismo italiano è una delle più antiche comunità in Europa, risalente all’inizio del I secolo d.C. – ha scritto il rabbino nella lettera -. Una delle città che aveva una importante comunità ebraica è Mantova. All’interno delle zolle della sua terra – nel cimitero ebraico di questa città si trovano i più grandi luminari della nazione ebraica. In termini di percezione ebraica, i cimiteri sono preziosi e sono luoghi santi. Secondo la legge ebraica, un cimitero non può essere disperso. E’ un sacrilegio”.

maxresdefault

“Mi rivolgo a lei presidente Conte dal profondo del mio cuore affinché si adoperi per impedire tutto questo, per bloccare subito questa demolizione perché questo problema è profondamente radicato nelle nostre anime.”

Il rabbino Lau ha inviato copie della lettera al rabbino capo di Roma, il rabbino Riccardo Di Segni e il presidente della Conferenza dei rabbini italiani, il rabbino Alfonso Pedatzur Arbib.

 

Condividi