Il selfie giusto di Asia
Con la dedica del Mossad

C_2_articolo_3100244_upiFoto1F

di Eduardo Palumbo

42b75b73-9751-401e-bb8b-bf9a6dffd279

Certe volte una foto vale più di mille parole. Basta uno scatto per rendere perfettamente l’idea. E questo è il caso esemplare. Dopo aver denunciato a scoppio ritardatissimo Harvey Weinstein, ora Asia Argento ha affermato di non voler uscire di casa poiché teme il Mossad, ovvero i servizi segreti israeliani.

Perché mai dovrebbe temerli? Semplice, perché secondo lei, Weinstein, per nascondere le sue malefatte, si sarebbe servito proprio del Mossad. Lo stesso Mossad che, secondo Asia, ora vorrebbe ucciderla. Un delirio duro e puro.

Per fortuna abbiamo scovato il selfie giusto per la fragile, “picodellamiranda” Asia. Con la dedica dell’agenzia di intelligence e del servizio segreto dello Stato di Israele, l’HaMossad leModi’in uleTafkidim Meyuchadim che da 68 anni ha ben altro a cui pensare che alle peripezie, vere o presunte, del sofà di un produttore.

Condividi