In Svezia il Centerpartiet
vuole il divieto di circoncisione

circumcision-880x495

di Carlo Breme –

Il Centerpartiet di Annie Loof  (31 seggi su 349 del  parlamento Svedese, partito che attualmente sostiene il blocco di sinistra) ha approvato al suo congresso il divieto di circoncisione.

capo del partito Annie Loof

Annie Loof

“La decisione del Centerpartiet di promuovere un divieto di  circoncisione religiosa equivale sostanzialmente alla richiesta agli ebrei di lasciare la Svezia – ha detto il presidente della Conferenza dei rabbini europei Rabbi Pinchas Goldschmidt – Piangiamo la mancanza di tolleranza e la perdita di diversità nella Svezia di oggi.”

Rabbi Goldschmidt 2

Pinchas Goldschmidt

Si stima che siano circa 20.000 gli ebrei in Svezia. Le reazioni sono tutte di sdegno. “Siamo sgomenti di apprendere – scrive in una nota la Conferenza dei presidenti delle principali organizzazioni ebraiche svedesi – che un partito politico in Svezia ha proposto di vietare la circoncisione dei bambini neonati. Questa proposta è una violazione oltraggiosa della libertà religiosa e dei diritti civili”.

Moishe Bane

Moishe Bane

Il presidente dell’Unione ortodossa Moishe Bane ha dichiarato: “La decisione del Partito centrale svedese di promuovere un divieto di circoncisione religiosa è sinonimo di chiedere la fine della vita ebraica in Svezia. La circoncisione religiosa è un obbligo ebraico fondamentale che è stato praticato per oltre due millenni ”.

Allen Fagin

Allen Fagin

Anche il vice presidente esecutivo dell’Orthodox Union (OU) Allen Fagin sostiene che la decisione di promuovere il divieto porterebbe all’esodo degli ebrei dal paese. “Chiediamo che ascoltino le nostre preoccupazioni, comprendano l’importanza di questo problema e rispondano di conseguenza.”

 

 

Condividi