Inchiesta 1/ Come la disinformazione
bombarda le elezioni politiche

fake-news-480x300

di David Horovitz –

La campagna elettorale entra nel vivo , mancano poco più di due mesi al voto delle politiche, si surriscalda il clima in Israele. Abbiamo già pubblicato un articolo su come l’Iran sta cercando di inquinare il voto, confondere le idee, bombardando di notizie false Facebook, Twitter e Telegram con una serie di account coordinati collegati al sito Web Countdown 2040, un sito iraniano in lingua inglese che lavora per “la distruzione prevista da Israele nel 2040”. Ma l’industria di disinformazione on line ha molti padri, le insidie sono ad ogni angolo. Pubblichiamo una inchiesta di quello che sta succedendo in Israele.

dhorovitz2b-medium

David Horovitz

Avigdor Liberman, il capo del partito Yisrael Beytenu ed ex ministro della difesa, è una spia russa. Come facciamo a saperlo? Perché l’ex capo del Mossad, Tamir Pardo, ha detto così, in un discorso al Belfer Center dell’Università di Harvard a novembre, come riportato sul sito internet del centro. Una notizia bomba? No tutto falso Pardo ha si tenuto un discorso al Belfer Center, ma di Liberman non disse nulla, non un a parola…

La falsa storia di Yair Netanyahu a Dubai, pubblicata sul finto sito European Coatings

La falsa notizia di Yair Netanyahu a Dubai, pubblicata sul sito European Coatings

Yair Netanyahu, figlio maggiore del primo ministro, ha visitato ad ottobre gli Emirati Arabi Uniti su invito della Siemens , ha incontrato il principe ereditario di Dubai, Sheikh Hamdan bin Mohammed Al Maktoum e ha discusso la possibilità di investire i beni della famiglia Netanyahu nei Paesi del golfo arabo. Come si è saputo? Perché a rivelarlo è stato il Chief Financial Officer di Siemens Middle East sul sito di European Coatings. Ma c’è un piccolo particolare: Yair Netanyahu, non è mai andato a Dubai, non ha mai incontrato nessuno e la Siemens non ha mai parlato di tutto questo su alcuno di questi siti web.

Questi sono solo due esempi recenti di notizie false – cose che non sono accadute e non sono mai state dette – che sono state “riportate” su siti Web abilmente falsificati. Ma le strategie sono molte diversificate, articolate. C’è ad esempio quella che punta fonti di informazioni false a tweet di racconti falsi a giornalisti israeliani nella speranza che, ingannati, riciclassero le false storie pubblicandole come notizie autentiche su veri e propri siti di notizie.

Ecco tre esempi più recenti di false storie mascherate da notizie autentiche diffuse in questo modo e in modi simili:

A sinistra, il falso sito di cursorinfo - a cursorinfo.co - con la falsa storia dell'ambasciatore di Israele in Svezia. A destra, il vero sito di cursorinfo.co.il.

A sinistra, il falso sito di cursorinfo – a cursorinfo.co – con la falsa storia dell’ambasciatore di Israele in Svezia. A destra, il vero sito di cursorinfo.co.il.

1)  il leader di Hatnua Tzipi Livni si è lamentata in un recente discorso al Centro interdisciplinare di Herzliya secondo cui il Mossad ha maltrattato le questioni relative all’affare Khashoggi, con la conseguenza che un funzionario saudita era al centro degli sforzi per riscaldare i legami tra Gerusalemme e Riyadh è stato licenziato. (Livni non ha rilasciato alcuna critica).

2)   un rapporto secondo cui l’ambasciatore israeliano in Svezia si stava impegnando in sforzi di mediazione con gli Youti dello Yemen. (attività diplomatica mai avvenuta)

3)   Sara Netanyahu indossa una croce nascosta e Yair Netanyahu si è convertito al cristianesimo. (Inutile dire: informazioni false.)

Tutte queste storie finite sui social media israeliani da oltreoceano. Da dove esattamente? Solo le piattaforme di social media possono dire, dal momento che hanno gli IP (indirizzi dei computer) dei falsi. Di certo sono stati progettati per incuneare determinati dubbi, per minare questo o quel personaggio pubblico.

Inutile sottolineare che questa grande campagna di disinformazione (in corso da anni) di moltosi è intensificata da quando Israele è passato alle elezioni.

(1.continua)

(Thimes of Israel)

Condividi