Insultato, aggredito e picchiato
il rabbino Shlomo Tawil
direttore Chabad-Lubavitch di Rosario

Rabbi Shlomo Tawil, co-direttore della Chabad House a Rosario

Rabbi Shlomo Tawil, co-direttore della Chabad House a Rosario

  di Nick Gimbel –

Un rabbino a Rosario, la terza città più popolosa dell’Argentina, è stato attaccato verbalmente e poi aggredito fisicamente con la violenza con grida come antisemite . Il rabbino Shlomo Tawil, condirettore dell’organizzazione locale Chabad-Lubavitch, è stato attaccato da tre uomini a Rosario, nel centro del paese. Gli uomini lo hanno circondato, insultato con grida  antisemite prima di togliere il cappello del rabbino e calpestarlo a terra: poi hanno cominciato a picchiare il rabbino travolgendolo e buttandolo a terra.

L’attacco è stato interrotto solo quando alcuni passanti sono intervenuti. Gli aggressori sono scappati facendo perdere le loro tracce.  Questo è stata la terza aggressione antisemita nel paese negli ultimi due mesi.

Membri della comunità Chabad argentina

Membri della comunità Chabad di Rosario

Gabriel Dobkin, rappresentante locale della Daia ha definito l’aggressione “un attacco feroce, codardo, antisemita”. La Daia e la comunità ebraica di Rosario hanno “chiesto alle autorità un chiarimento totale e assoluto. E speriamo che queste persone violente vengano definitivamente sradicate dalla società argentina, che ha scelto la strada della convivenza, della pace e della giustizia”.

Il rabbino si sta riprendendo a casa con la sua famiglia. Originario di Buenos Aires, ha lavorato come emissario Chabad a Rosario dal 1987, ed è sposato, con otto figli e due nipoti.

Condividi