Iran, 40 anni di barbarie
Grazie Khomeini, grazie Europa

51308594_10217558524824830_4061428148632289280_o

La foto dice tutto: le donne iraniane prima e dopo il 1979, l’avvento di Khomeini, dalla minigonna alla lapidazione

di Giulio Meotti –

Quaranta anni fa esatti, l’Iran piombò nella barbarie. Khomeini aveva preparato tutto nella sua villetta a Neauphle-le-Château, vicino Parigi, dove fu vezzeggiato notte e giorno da giornalisti e intellettuali di sinistra, prima di essere messo su un aereo per Teheran.

foto-21

Sul Manifesto ricordo una Lidia Campagnano che dall’Italia elogiava la liberazione delle donne cui avrebbe portato Khomeini. La foto di copertina dice tutto: le donne iraniane prima e dopo il 1979, in minigonna e lapidate. Sono passati 40 anni e l’Europa non è cambiata sull’Iran.

Alireza Nader

Alireza Nader

Hanno appena messo a morte un omosessuale e nessuno ha protestato. Alireza Nader, a capo di New Iran, un’organizzazione di dissidenti iraniani, dall’America ieri ha detto: “Il silenzio dell’Europa sul trattamento barbaro del regime di Khamenei è vergognoso.

L’Unione Europea sembra solo preoccuparsi dell’accordo nucleare e dei legami commerciali. Come se gli iraniani non avessero alternative a vivere sotto la tirannia”. E’ che gli europei non sanno più cosa significhi battersi per la libertà.

Condividi