Israele nuda alla meta

n blocco improvvisato in Majdal Shams

Un blocco improvvisato in Majdal Shams

 di Yossy Raav

Una Pasqua malinconica, in “solitudine”. Chiusi in casa. Niente pranzo con i parenti, niente gite. Israele chiude tutto per Pesach, la Pasqua ebraica, chiamata anche Passover. Il governo ha diramato misure rigidissime, come è giusto che sia. Il distacco sociale è al momento l’armam migliore per fronteggiare il Covid -19.

Kiryat Shmona

Kiryat Shmona

9901131_0_0_640_360_x-large

Gerusalemme è stata divisa come è noto in sette zone entro le quali sarà vietato spostarsi, escluse le emergenze.

A partire da Pasqua domenica tutti gli israeliani dovranno coprirsi con una mascherina o una sciarpa quando usciranno di casa. Israele assume un volto diverso, appare nuda nel giorno di festa. Le strade deserte. Israele senza gli israeliani in strada. Una immagine che vogliamo al più presto cancellare. Alla faccia di questo maledetto virus.

 

 

Condividi