Israele ospite d’onore
al Festival della Scienza di Genova

43604337_1878779602218514_691730325839020032_n

di Bruno Gazzo *

Il Festival della Scienza di Genova è il più importante evento divulgativo dedicato alle nuove generazioni che si tiene in Italia. Quest’anno il tema condutture è “cambiamenti”: e quale Paese può meglio riassumere questo filo conduttore se non Israele? Per questo il Festival della Scienza, che si è aperto a Genova e durerà fino al 4 novembre, ha scelto Israele come Paese ospite: arriveranno scienziati provenienti dai più prestigiosi istituti e università, ricercatori, studiosi che operano nel campo dell’agricoltura, medicina, robotica, innovazione tecnologica.

IMG_

Bruno Gazzo

In soli 70 anni di storia, trasformando il deserto del Negev e le dune di Tel Aviv nella Start Up Nation, Israele è diventato l’avamposto della ricerca, del progresso scientifico e dell’innovazione tecnologica.

IMG_5087

Con nove università, 63 istituti di istruzione superiore e il più alto tasso di laureati al mondo in relazione alla dimensione della popolazione, Israele è uno dei dieci Paesi membri del prestigioso Space Club che ha sviluppato, prodotto e lanciato satelliti nello spazio. Considerato una superpotenza high-tech, attirando le principali società multinazionali che vi stabiliscono i loro centri di ricerca e sviluppo e investono in startup in vari settori, Israele ha posto sulla ricerca scientifica un grande focus, facendo della scienza un linguaggio universale.

Lo spazio espositivo che il Festival della Scienza gli dedica a Palazzo della Borsa è un omaggio a questa spinta all’innovazione e alla continua ricerca verso le frontiere più avanzate della scienza e della tecnologia mondiale.

44767763_1878779615551846_1011912522778804224_n

Al centro del programma, tre mostre, quattro laboratori, un ricco ciclo di conferenze con oltre 20 ospiti tra illustri scienziati, ricercatori e pionieri al confine tra cultura, tradizione e innovazione scientifica, e una rassegna cinematografica dedicata. Così, Genova diviene il luogo d’incontro d’eccellenza per i due Paesi, in apparenza lontani ma capaci di varcare i confini geografici e culturali, uniti in nome della scienza.

IMG_5101

Marco Pallavicini, Bruno Gazzo, Ofer Sachs

Nel suo intervento per l’apertura ufficiale del Festival della Scienza, l’ambasciatore di Israele in Italia Ofer Sachs ha sottolineato quanto importante e rilevante sia la cooperazione fra Italia e Israele nel campo della ricerca scientifica, tecnologica e nell’innovazione. Ha ricordato i numerosi progetti in fase di attuazione fra le università italiane e israeliane e ha ringraziato gli organizzatori del Festival per aver invitato il suo Paese per questa edizione 2018.

Ofer Sachs ha voluto ricordare anche gli enti israeliani che hanno contribuito alla partecipazione al Festival della Scienza  2018 dal Ministero  della Scienza e Tecnologia alla Hebrew University di Jerusalem e poi The Davidson Institute of Science Education e The Bloomfield Science Museum of Jerusalem.

IMG_5098

Il padiglione israeliano ospitato nella ex Sala delle Grida del Palazzo della Borsa è stato realizzato anche grazie al contributo dell’ Ambasciata di Israele in Italia. Di particolare interesse la mostra “Connecting People to Science” proposta da The Davidson Institute of Science Education che fa parte del prestigioso Weizmann Institute, cosi come The Innovation Way che presenta le rivoluzionarie innovazioni ideate dai ricercatori della Hebrew University of Jerusalem.

IMG_5086

Fra le conferenze che Israele proporrà al pubblico del festival abbiamo quella del professore  Re’em Sari, professore al Center for Astrophysics and Planetary Science del Racah Institute of Physics della Hebrew University di Gerusalemme che guiderà il pubblico in un avvincente viaggio nei misteri dei “mostri della nostra galassia”, ovvero i buchi neri.

Il futuro, quello di internet, con i suoi rischi e le sue potenzialità, è il tema dell’intervento di Menny Barzilay, esperto di cyber-security. Nimrod Kozlowski, spiegherà come i computer potranno a breve predire i comportamenti umani. Dal Weizmann Institute arrivano l’immunologo Liran Shlush, che interviene sulla possibilità di diagnosticare in anticipo la leucemia, e la biologa italo — israeliana Lia Addadi.

44827954_1878779738885167_521034293837824000_n

Progresso e cooperazione scientifica sono gli argomenti di alcuni incontri, uno dei più promettenti quello tra il direttore scientifico Giorgio Paolucci con l’israeliano Roy Beck Barkai e l’egiziana Gihan Kamel, unica donna ricercatrice del Sesame, il primo acceleratore di particelle del Medio Oriente.

IMG_5095

Dror Seliktar, l’esperto di biotecnologie che ha brevettato la riproduzione di tessuto umano attraverso l’idrogel, racconterà le sue recenti scoperte; al pioniere degli studi sulla rigenerazione dei tessuti, è stato assegnato il Premio Rita Levi-Montalcini per la cooperazione scientifica tra Italia e Israele nel 2017.

Israele è presente anche come “case study” di “Adaptation”, “una piattaforma digitale integrata sul cambiamento climatico,  spiega Ariel Berkovich, Consigliere Affari Pubblici Ambasciata di Israele in Italia,  con la quale abbiamo il piacere di collaborare insieme ad altre realtà diplomatiche e scientifiche”.

IMG_5103

E’ inclusa nel Festival della Scienza anche lo possibilità di visitare la mostra illustrativa “La Razza Nemica”, la  propaganda antisemita  nazista e fascista, a cura di  Marcello Pezzetti e Sara Berger per la Fondazione Museo della Shoah ospitata presso il Museo Ebraico della Comunità Ebraica di Genova

Il Festival della Scienza di Genova è da 16 anni ormai un punto di riferimento per la divulgazione della Scienza e quest’anno offre una importante vetrina per far conoscere il vero volto di Israele.

Vale la pena di venire a Genova, di vivere alcune delle 11 giornate del Festival: troverete 451 animatori fra ragazze e ragazzi pronti ad accompagnarvi nei vari percorsi, sarete partecipi di un grande evento in una grande città così dolorosamente colpita lo scorso agosto e amerete sempre più Israele.

*Presidente APAI  Associazione Italia-Israele Genova

 

 

Condividi