Israele, record di permessi
Via libera a 7000 palestinesi di Gaza

epa07710128 Palestinian employees cross borders to work in Israel's territory through Kalandia checkpoint new facilities, that led from West Bank to Jerusalem and Israel, 11 July 2019. According to COGAT, the Coordinator of Government Activities in the Territories Unit statistic, on June 2019, 1,295,893 Palestinian employees enter to work in Israel out of 2,113,061 total Palestinian, and the office issued  83.354 entering permits to Palestinians.  EPA/ATEF SAFADI

Israele autorizza da oggi l’ingresso nel proprio territorio di 7.000 palestinesi di Gaza: sono per lo più commercianti, ma anche manovali impiegati nell’ agricoltura e nell’edilizia. Si tratta del numero più elevato di permessi concesso negli ultimi anni.

Lo ha riferito la radio militare secondo cui questo provvedimento – concepito come una importante boccata di ossigeno per l’economia della Striscia – resterà in vigore solo se Hamas riuscirà ad impedire ulteriori lanci dalla Striscia di razzi e di grappoli di palloni collegati ad ordigni esplosivi. In parallelo Israele ha esteso a 15 miglia marine l’area di attività per i pescatori di Gaza.
Secondo l’emittente queste misure sono state messe a punto di intesa con l’Egitto (che la settimana scorsa ha compiuto una mediazione fra le parti interessate) e del Qatar, che continua a sovvenzionare le forniture israeliane di gasolio destinate alla Striscia.

(Ansamed)

Condividi