Israele ricorda Sarah Aaronsohn
a 100 anni dalla morte

saraevidenza

Israele si appresta a rendere omaggio a Sarah Aaronsohn, eroina di ‘Nilì, a 100 anni esatti dalla sua morte. Il 19 ottobre si terrà una manifestazione di ricordo nel Museo Aaronsohn a Zichron Yaacov, a nord di Tel Aviv, alla quale è previsto il premier Benyamin Netanyahu.

sara1

Subito dopo ci sarà un pellegrinaggio sulla tomba della ragazza, sepolta nel cimitero locale. Sarah Aaronsohn, insieme al fratello Aaron, fu la protagonista delle vicende di “Nili”, gruppo di ebrei che durante la Prima Guerra Mondiale da Zichron Yaacov – insediamento agricolo della regione costiera, allora provincia dell’Impero Ottomano – passò importanti informazioni agli inglesi che avanzavano dal Sinai contro turchi e gli alleati tedeschi. Scoperta dal controspionaggio nemico, Sarah (27 anni) si uccise per non essere più torturata, ma non rivelò dove si nascondevano i suoi compagni.

 

«Per merito suo e di altri eroi – ha scritto su Facebook il ministro dell’istruzione Naftali Bennett – siamo riusciti ad ottenere uno Stato. Aveva uno spirito indomito e coraggioso». Grazie alle informazioni di ‘Nilì, secondo gli storici, l’esercito inglese risparmiò la vita di 30mila suoi soldati.

Condividi