Issawiya senza tregua

photo_2019-06-28_22-52-24

Un’altra notte di guerriglia ad Issawiya, 20 arresti

di Adir Amon –

Non c’è accordo che tenga. Continua la rivolta di Issawiya. I palestinesi scagliano pietre e lanciano esplosivi contro le forze di sicurezza israeliane per il terzo giorno consecutivo.  Almeno 20 persone sono state arrestate durante il fine settimana a Gerusalemme Est, mentre gli scontri che si sono scatenati giovedì scorso  dopo l’uccisione di un uomo palestinese (che aveva lanciato un ordigno esplosivo da distanza ravvicinata contro i militar) da parte delle forze di sicurezza israeliane, non mostrano segni di rallentamento.

Mohammed Obeid,

Mohammed Obeid

Sabato sera i rivoltosi hanno lanciato sassi e le molotov contro le forze di polizia, che a loro volta hanno risposto con misure di dispersione della folla. Venerdì scorso, almeno 80 persone sono rimaste ferite durante gli scontri

Secondo la tesi dei rivoltosi “La polizia mente sul fatto  che Mohammed Obeid, la vittima, aveva scagliato una molotov contro i soldati. E’ stato assassinato a sangue freddo…” E poi una minaccia “Se la polizia non lascia il quartiere,   se rimangono nella zona, molti giovani continueranno a scendere in strada”.

 

 

 

Condividi