Knesset, la Commissione elettorale
ha escluso la lista “Balad-Raam”
dalle prossime politiche di aprile

epa07249380 Members of parliament surrounding Israeli Prime Minister Benjamin Netanyahu (C) with Israeli Transport Minister Israel Katz (R) and Interior Minister Gilad Erdan (L) attends a discussion to vote on the dissolution of the Israeli Parliament in the Knesset, in Jerusalem, Israel, 26 December 2018. According to reports, the heads of the coalitions at the Israeli parliament agreed on 24 December to dissolve the Israeli parliament and go to early elections on 09 April 2019. EPA/ABIR SULTAN

La Commissione elettorale della Knesset  ha votato a maggioranza per l’esclusione dalle elezioni politiche del 9 aprile della lista araba ‘Balad-Raam’ e del deputato comunista Ofer Kasif. In entrambi i casi, secondo la stampa, i deputati sono giunti alla conclusione che le loro piattaforme politiche sono inconciliabili con la definizione di Israele quale Stato ebraico.

Balad-433x191

‘Balad-Raam’

'Potere ebraico', Michael Ben Ari

Michael Ben Ari

Tuttavia, è possibile che in un prossimo ricorso, fissato per domenica, i giudici della Corte Suprema annullino questo voto e autorizzino la loro partecipazione.

I membri della Commissione elettorale hanno invece autorizzato la candidatura del leader del movimento di estrema destra ‘Potere ebraico’, Michael Ben Ari. Si tratta di un seguace del rabbino xenofobo Meir Kahane, il cui movimento – Kach – fu messo fuori legge nel 1994. Due liste di sinistra hanno fatto ricorso alla Corte Suprema a cui hanno chiesto di vietare la candidatura ai due rappresentanti di ‘Potere ebraico’, Ben Ari ed Itamar Ben Gvir.

(Ansamed)

Condividi