La conferenza di Pace
“E’ un matrimonio senza sposi”

deputy-minister-of-transportation-tzipi-hotovely

Tzipi Hotovely

“La conferenza di Parigi è come un matrimonio senza né la sposa né lo sposo”. Lo ha affermato la vice ministra degli esteri israeliana Tzipi Hotovely. “Le parti (Israele e palestinesi) potranno raggiungere la pace solo attraverso negoziati diretti, e non su diktat o pressioni esterne.

La conferenza di Parigi non ci avvicinerà alla pace ma anzi allontanerà le parti fra loro”. Hotovely ha aggiunto che bisogna affrontate la cultura palestinese di odio e violenza se si vuole rendere possibile una soluzione di pace che risponda alla vitali preoccupazioni israeliane per la sicurezza. Alla conferenza di Parigi, fissata per il 15 gennaio, è prevista la presenza di oltre 70 nazioni, ma non quella di Israele e palestinesi.

(Israelenet)

Condividi