La Corte suprema israeliana
congela l’espulsione
degli immigrati clandestini

0004C64C-migranti-in-israele

La Corte Suprema israeliana ha congelato il piano per l’epulsione di migliaia di immigranti illegali che sono entrati in Israele oltre il confine con l’Egitto.  

img812670

A dicembre, la Knesset aveva approvato un piano sostenuto dal governo per rimuovere la maggior parte dei circa 40.000 clandestini che vivono in Israele.

Il programma di deportazione secondo i proggrammi doveva iniziare ad aprile, ma è stato contestato dalle ONG, che si sono rivolte alla Corte Suprema chiedendo che il piano venisse cancellato.

Il tribunale ha così emesso un ordine temporaneo  per bloccare le deportazioni di immigrati illegali verso paesi terzi non specificati fino a quando le norme del tribunale non avranno giudicato i due ricorsi presentati da organizzazioni non governative di sinistra.

 

 

 

 

 

Condividi