La denuncia dell’Adl
“Cresce nelle università israeliane
l’allarme antisemitismo”

Columbia University

di Nick Gimbel –

L’Anti-Defamation League ha esortato le università americane ad adottare “misure significative per garantire un clima universitario inclusivo per tutti gli studenti in risposta a una serie di inquietanti azioni anti-israeliane e antisemite nei college statunitensi nel 2019” mentre la nazione si prepara per la ripresa delle lezioni.  L’ADL ha pubblicato una serie di raccomandazioni su come dovrebbero agire gli atenei quando l’attivismo anti-israeliano alimenta l’antisemitismo nel campus. Il quadro allarmante viene fuori dal rapporto, Anti -Semitism  e il Movimento Radicale Anti-Israele su US Campus nel 2019 “

 

Il rapporto rileva che mentre la maggior parte dell’attivismo anti-israeliano assume la forma di legittima espressione politica, un significativo segmento dell’attivismo riportato nel 2019 ha contribuito a creare un’atmosfera in cui gli studenti ebrei si sono sentiti attaccati e da cui a volte è emerso l’antisemitismo”.

Jonathan A. Greenblatt

“Prevediamo -ha ha detto il CEO di ADL Jonathan A. Greenblatt- un ulteriore preoccupante aumento significativo dell’attività anti-israeliana una volta che gli studenti saranno in grado di tornare nei campus, Alcune delle espressioni più radicali del sentimento anti-israeliano a cui abbiamo assistito lo scorso anno si sono trasformate in un antisemitismo assoluto. Molte di queste manifestazioni hanno visto l’aggressione a studenti ebrei”

“In un momento in cui – ha aggiunto Greenblatt- l’antisemitismo negli Stati Uniti ha raggiunto lo storico livelli e sullo sfondo di COVID-19, che ha riportato in vita vecchie cospirazioni antiebraiche, i presidenti e gli amministratori universitari dovrebbero prendere provvedimenti per impedire a questo pregiudizio di violare le norme nel campus e ridurre l’esperienza educativa di questi studenti “.

.

 

 

 

Condividi