La dura accusa di Revlin
“Hamas usa gli ospedali
come base terroristica”

84e0e0a36e02b151636c20330a26c760.jpg--

di Yair Shalom –

Il presidente Reuven Rivlin ha visitato oggi il quartier generale della Divisione regionale di Gaza dell’IDF, il nuovo quartiere in costruzione al Kibbutz Nirim e poi ha incontrato circa 250 studenti della Nofei Habesor School.

331160053-kDmH-U43390182346387rWC-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443

Il presidente ha detto che Israele rimane in guerra con l’organizzazione terrorista di Hamas che governa la Striscia di Gaza. “La “guerra” non è finita. La missione dello Stato di Israele non è stata completata, stiamo combattendo un’organizzazione terroristica crudele, estremista e omicida, che non riconosce la nostra esistenza e il cui obiettivo è distruggere lo stato di Israele. Un’organizzazione che non tiene conto minimamente del futuro e del benessere del popolo di Gaza. Per Hamas la “riconciliazione” di un tipo o dell’altro è solo un passo verso l’avanzamento della guerra.”

wewe

Poi il presidente Revlin lancia un’accusa precisa. “Hamas sta coltivando basi di terrore negli ospedali, nelle moschee e nelle scuole, e continua a investire le sue energie nell’armamento militare, nella costruzione di tunnel e nella pianificazione di attacchi contro lo Stato di Israele. Ma noi siamo consapevoli di come stanno le cose, siamo consapevoli del pericolo. E per questo siamo determinati e addestrati ad ogni evenienza. Quando sarà il momento, saremo pronti. Sorprenderemo e non saremo sorpresi e colpiremo il nemico con un duro colpo”.

 

Condividi