La fabbrica delle menzogne di Ap
Le vittime ebree di Nordhausen
diventano i morti di Deir Yassin

Image of bodies at concentration camp_2

di Eduardo Palumbo –

La fabbrica delle menzogne non conosce soste. E’ una attività incessante, senza vergogna. Senza un minimo di pudore. Continua imperterrita la costruzione di una storia parallela, realizzata manipolando e falsificando la realtà

La tv ufficiale dell’Autorità Palestinese ha trasmesso una foto che mostra centinaia di cadaveri nel campo di concentramento nazista di Nordhausen (un sotto-campo di Buchenwald) spacciandola per una foto di arabi uccisi da ebrei il 9 aprile 1948 nel villaggio di Deir Yassin. Una vergogna. Un calcio alla storia e alla verità.

Sabra and Shatila Massacre

Le vittime del massacro di Sabra e Shatila del 1982 ad opera di milizie cristiane libanesi

L’immagine, storica, scattata dall’esercito americano subito dopo la liberazione del campo, è stata accuratamente manipolata e contraffatta dalla tv dell’Autorità Palestinese in modo da cancellare i soldati americani presenti e le uniformi da internati dai cadaveri.

Il video della tv dell’Autorità Palestinese, trasmesso questa settimana in occasione dell’anniversario della battaglia di Deir Yassin, includeva anche una foto delle vittime del massacro nei campi di Sabra e Shatila del 1982 ad opera di milizie cristiane libanesi, anch’essa manipolata per far credere che raffigurasse arabi uccisi a Deir Yassin.

La tv dell’Autorità Palestinese ha persino aggiunto la scritta: “Gli ebrei bruciarono donne e bambini nel forno del villaggio”. Senza parole.

Condividi