La farsa di Rashida Tlaib
“Non vengo più in Israele
C’è oppressione e razzismo”

Rashida Tlaib

Rashida Tlaib

di Amanda Gross –

Quella che è stata una telenovela si è trasformata in una farsa. La vicenda delle due parlamentari democratiche che sostengono il Bds e odiano Israele Rashida Tlaib e Ilhan Omar vede l’ennesimo colpo di scena. Dopo che Israele , in base alla legge vigente sul Bds, aveva vietato l’ingresso alle due parlamentari dem in Israele, e dopo che ad una delle dueu (Rashida Tlaib) era stato successivamente concesso un “permesso umanitario”.

Rashida-Tlaib-Screenshot-Twitter-640x452

Rashida-Tlaib avvolta nella bandiera della Palestina

Aryeh Deri

Aryeh Deri

In una lettera al ministro degli interni, Aryeh  Deri, Tlaib aveva scritto che “Questa potrebbe essere la mia ultima opportunità di vederla” ( riferendosi alla nonna che ha circa 90 anni).  Rispetterò tutte le restrizioni e non promuoverò alcun boicottaggio contro Israele durante la mia visita.”

Ma ecco l’ennesima svolta. Con un twet che la dice lunga la Tlaib ha annullato la sua visita in Israele, in barba alla nonnina eccetera eccetera. Udite , udite ha annullato la sua visita per “le condizioni” oppressive di Israele… “Silenziarmi e trattarmi come un criminale non è per me. Ho deciso che visitare mia nonna in queste condizioni oppressive si oppone a tutto ciò in cui credo: la lotta contro il razzismo, l’oppressione e l’ingiustizia”. Insomma una farsa. Del resto non c’è da sorprendersi.

66455177_357391198305855_5346773549493256192_n

 

Condividi