La Germania a carte scoperte
“ Non condanniamo gli Hezbollah”

bundestag2

Il Bundestag, il parlamento tedesco

di David Sinai –

La Germania non seguirà l’esempio della Gran Bretagna che ha designato l’intera organizzazione di Hezbollah – sia le sue ali politiche (presenti nel Parlamento libanese) che quelle militari – come un’entità terrorista. In precedenza aveva incluso nella lista nera l’apparato militare di Hezbollah come un “gruppo terrorista”. La mossa britannica nella lista nera dell’ala politica di Hezbollah è stata accolta favorevolmente dagli Stati Uniti e da Israele . L’Iran, invece,   ha condannato fermamente la mossa, definendola “irresponsabile”.

Niels Annen 3

Niels Annen

Il ministro Niels Annen, che ha parlato con Der Spiegel dopo una visita in Libano, ha detto che l’organizzazione musulmana sciita è “un fattore rilevante nella società libanese”, e ha detto che la Germania “è interessata alla stabilità del Libano”.

E ha anche sottolineato che la decisione della Gran Bretagna non avrebbe avuto alcun impatto diretto sulla posizione della Germania o dell’Unione europea.

203942359--th-bf531fd7-8c9d-4624-bbd1-be97a4380cf4

Berlino ha preso la decisione nonostante questa possa alimentare le tensioni con l’Arabia Saudita e con gli Stati Uniti, che hanno esercitato forti pressioni sui loro alleati per vietare il movimento libanese.

Annen ha respinto le critiche degli Stati Uniti secondo cui Berlino stava facendo troppo poco per combattere l’influenza dell’Iran nella regione e ha affermato che la politica estera del suo paese è rimasta focalizzata sulla ricerca di soluzioni politiche anche in situazioni difficili.

 

 

Condividi