La Giordania rompe l’accordo di Pace
Stop agli agricoltori israeliani

Il confine israelo-giordano vista attraverso una recinzione di filo spinato proveniente da Baqoura, nella valle del Giordano

di Daniel Harkov –

Il ministero degli Esteri giordano Ayman Al-Safadi. ha annunciato  che gli agricoltori israeliani non potranno più lavorare nei loro campi in un’enclave del sud della Giordania, ponendo fine a un accordo di oltre 25 anni destinato a sostenere uno storico accordo di pace. L’annuncio riflette l’opposizione della Giordania ai piani israeliani di annettere parti della Cisgiordania

Ayman Al-Safadi

.In base all’accordo di pace del 1994, la Giordania ha concesso a Israele un contratto di locazione di 25 anni su due piccole aree lungo il confine, Baqura e Ghamr, o Naharayim, nella valle del Giordano e Tzofar, nella regione di Arava, nel sud di Israele.L’area comprende anche l’isola della pace, un parco situato alla confluenza dei fiumi Giordania e Yarmouk. Nel 1997, sette studentesse israeliane furono assassinate da un soldato giordano durante un viaggio nel parco.

 Il ministro degli Esteri giordano Ayman Al-Safadi ha dichiarato che l’annessione “ucciderebbe una soluzione a due stati, minerebbe le basi del processo di pace e scatenerebbe il conflitto”.

 

 

Condividi