La Gran Bretagna di Corbyn
incrementa il contributo Unrwa

8696216099996640360no

La Gran Bretagna ha annunciato un incremento del proprio contributo all’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l’occupazione (Unrwa) che assiste i profughi palestinesi. L’iniziativa appare significativa soprattutto dopo la decisione degli Stati Uniti d’interrompere qualsiasi finanziamento all’organizzazione.

La presa di posizione è stata resa nota in un comunicato del Foreign Office firmato dal sottosegretario agli Esteri del governo al Vicino Oriente, Alistair Burt.

images

Nella nota si precisa che Londra intende aumentare di 7 milioni di sterline, fino a un totale di 45,5 milioni, i fondi stanziati per l’agenzia dell’Onu, destinandoli a contribuire al mantenimento delle scuole per mezzo milione di bambini palestinesi e all’assistenza medica per 3,5 milioni di persone.

index

Jeremy Corbyn

«Il sostegno del Regno Unito all’Unrwa assicura un essenziale aiuto umanitario e un fattore di stabilizzazione» nel Vicino oriente, sottolinea il sottosegretario Burt, aggiungendo che il governo è «profondamente preoccupato dell’impatto devastante provocato dalla carenza di fondi» all’agenzia e dalle «conseguenze» che questo rischia d’avere «per la stabilità regionale». L’iniziativa britannica si inserisce in una situazione tesa.

index xxxxx

Nei giorni scorsi incidenti si sono verificati nel villaggio cisgiordano di Walaje, presso Gerusalemme, dove reparti della polizia e della guardia di frontiera israeliana hanno scortato squadre di manovali incaricati di provvedere alla demolizione di quattro edifici privi dei necessari permessi di costruzione. Ne sono scaturiti disordini durante i quali alcuni abitanti del luogo sono rimasti feriti.

 (Osservatore Romano)

 

Condividi