La grave denuncia di Dina Dayan
“Mi hanno sputato in faccia
 Questa sinistra ha perso la testa”

L’attivista del partito laburista Dina Dayan

di David Sinai –

L’attivista del partito laburista Dina Dayan ha denunciato a Radio 103FM la sua brutta esperienza durante la manifestazione di protesta sotto la casa di Netanyahu a Gerusalemme. “Indossavo un copricapo. due ragazzi mi hanno camminato accanto con bandiere e maschere nere e gridavano” Crimine Minister”.Ad un certo punto si sono tolti le maschere e mi hanno sputato addosso, poi hanno subito iniziato a correre. Questo è stata ovviamente un’azione antisemita. Non credo avessero idea di chi fossi, hanno semplicemente sputato contro una donna religiosa che camminava per strada. È stata un’esperienza terribile, e se fossi stato qualcun altro nessuno ne avrebbe nemmeno sentito parlare. “

La manifestazione anti Netanyahu

Dayan ha spiegato anche che la sinistra israeliana sia nel mezzo di una grave crisi. “Ho molto da dire. Sento che abbiamo perso la strada, che siamo impazziti, che si è persa completamente perso la bussola. Avevamo una sinistra sionista basata sui valori, una sinistra ebraica socialista, che chiedeva garanzie reciproche e aveva determinati principi economici. Non esiste più. È andata persa. È stata rubata da un certo gruppo di persone, e quello che stanno cercando di fare in questo momento è fare a pezzi il nostro tessuto sociale, che è probabilmente la cosa più importante che abbiamo…”

 

Condividi