La Mogherini quinta donna
più potente del mondo?
Chissà forse a Theran…

epa04863837 A handout picture made available by the presidential official website shows Iranian President Hassan Rowhani (R) greeting EU foreign policy chief Federica Mogherini (L) at the presidential office in Tehran, Iran, 28 July 2015. EU chief diplomat Federica Mogherini arrived in Iran on 28 July where she is scheduled to meet President Hassan Rowhani and Foreign Minister Mohammad Javad Zarif just two weeks after she helped close the deal that aims to settle a long-standing dispute over Tehran's controversial nuclear program and end its diplomatic isolation.  EPA/PRESIDENTIAL OFFICIAL WEBSITE/HANDOUT  HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES

Federica Mogherini e Hassan Rouhani

di Gianpaolo Santoro –

Che la Merkel, che ha perso voti e credibilità in Germania, venga considerata ancora la donna più potente del mondo dalla classifica stilata da Forbes, ci può anche stare.

index

Theresa May Angela Merkel

Così come che la britannica Theresa May alla presa con le difficoltà della Brexit ed all’esuberanza sessuale di alcuni suoi ministri, occupi la seconda posizione che lo scorso anno apparteneva ad Hilary Clinton (donna ormai sull’orlo di una crisi di nervi perenne, sprofondata alla sessantatreesima posizione) è logico e comprensibile.

Tsai Ing-Wen

Tsai Ing-Wen

E niente da dire sul terzo posto di Tsai Ing-Wen, prima donna a ricoprire la carica di primo ministro del Taiwan o del quarto di Michelle Bachelet, al suo secondo mandato, anch’ella prima donna ad essere diventata primo ministro del Cile.

Michelle Bachelet

Michelle Bachelet

La classifica assume un tono grottesco quando si arriva al quinto posto assegnato all’Alto rappresentante per la politica estera dell’Unione Europea, Federica Mogherini.

Ora affermare che la Mogherini sia una donna potente, influente, strappa un sorriso oltre a lasciare perplessi e destare anche un certo sconcerto. Anche la impalpabile ed invisibile Catherine Margaret Ashton, conosciuta più per essere la baronessa Ashton di Upholland che per altro, è riuscita a lasciare un segno della sua presenza sulla politica estera europea più incisivo della nostra ministro col velo.

d1eb2d93-2742-4d21-9956-0fa0a45903d5

Mogherini superstar al parlamento iraniano

Al di là dello sciagurato accordo nucleare con l’Iran la Mogherini è generalmente risultata non pervenuta sui radar della politica internazionale. Assente, immobile.

E pensare che le sue fortune Lady Pesc  le aveva invece raggiunte, saltando freneticamente di qua e di la, da una corrente all’altra dell’ex partito comunista: prima  dalemiana, poi veltroniana (ha sposato Matteo Rebesani, assistente di Veltroni al Campidoglio), poi franceschiniana, poi sostenitrice di Bersani sino ad approdare a Renzi, seguendo non la strada della seta ma quella molto più semplice e veloce del potere.

1458723224-mogherini

Il pianto della Mogherini (ministro anche della sicurezza europea) dopo la strage di Bruxelles

Poi che la patinata rivista della Fifth Avenue di New York abbia “regalato” la quinta posizione alla Mogherini per aver contribuito prima e difeso poi lo scellerato accordo sul nucleare con l’Iran che gli Stati Uniti di Trump non hanno certificato definendolo “imbarazzante” è paradossale. Proprio come definire la Mogherini una donna influente e potente. A meno che non si viva a Theran.

 

 

 

 

Condividi
Gianpaolo Santoro

Gianpaolo Santoro

Giornalista