La moglie bambina di Maometto

Ok, tutti rispettosi della “scelta” di Silvia Romano. Ma Aisha, il suo nuovo nome, non è proprio un simbolo edificante. Era una bambina di 9 anni quando sposò Maometto.

E in Somalia se non indossano l’abito con cui Romano è arrivata in Italia le donne sono frustate dagli islamisti di Shabaab. Il fotoromanzo che i perbenisti italiani si sono costruiti sulla cooperante italiana è un inferno per le donne sotto la sharia.

(g.m.)

Condividi