La nuova Francia
Dietro l’angolo
la rivoluzione civile

70375570_10

di Giulio Meotti –

“Lo stato francese sa benissimo che ci sarà una guerra civile se metterà il naso in alcuni quartieri” ha detto in tv il filosofo Michel Onfray. “Ogni giorno ci sono imboscate contro polizia e vigili del fuoco.

index Michel Onfray

Michel Onfray

Ci sono territori perduti della Repubblica in cui i rappresentanti dello stato vengono presi a sassate”. Nuove statistiche rivelano che nel 2009 la Francia ha visto 1.767 vittime di omicidio e tentato omicidio.

Alain Bauer

Alain Bauer

Quel numero, dieci anni dopo, è passato a 3.168, come denuncia a Le Figaro il criminologo Alain Bauer.

Lo ha detto un anno fa anche l’ex ministro dell’Interno, Gerard Collomb: “La Francia rischia la guerra civile”. Hanno contratto una malattia autoimmune, una disfunzione del sistema immunitario che induce l’organismo ad attaccare i propri tessuti.

Condividi