La requisitoria di Dershowitz
”Obama destinato a finire
nella pattumiera della storia”

2d274907667321-today-alan-dershowitz-150122-02

Pur essendo un democratico di lunga data, il professor emerito di diritto ad   Harvard Alan Dershowitz ha criticato ferocemente la condotta di Obama nei confronti di Israele in un’intervista con il quotidiano Israel Hayom. “Obama si unirà a Jimmy Carter come un  politico sempre contro Israele: e per questo sarà gettato nella pattumiera della storia…”

Dershowitz, pur essendo stato un grande sostenitore di Obama non ha esitato a bocciare clamorosamente il suo operato che ha definito “un atto di vendetta contro il primo ministro Benjamin Netanyahu”. Poi una rivelazione. “Non mi ha sorpreso  che Obama non ha posto il veto, ma sono rimasto deluso perché il presidente Obama personalmente mi ha promesso nello Studio Ovale che non avrebbe mai abbandonato Israele.”

dersccccccc

Alan Dershowitz e Barack Obama

Ed ha aggiunto. “Lo confesso: io non pensavo, non credevo che pugnalasse alle spalle Israele. La risoluzione Onu è stata qualcosa di stupido. Questa è la parola migliore che posso trovare. Come definire una risoluzione con un testo che include tutti i luoghi santi ebraici dal Kotel al Monte Scopus al quartiere ebraico se non stupida ? Una provocazione inutile. Non so se questo era solo la vendetta da parte di un presidente uscente contro Israele, o se non si erano accorti che copriva il Kotel dove illegalmente si pregava. Stupidità, malizia, politica cattiva: non so quale sia la ragione ma non ci sono scuse per il testo di questa risoluzione. Di certo è stata una decisione senza l’approvazione del popolo americano. Una decisione presa in un momento in cui non ci sono controlli ed equilibri perché  quando il Congresso è fuori della sessione è un’anatra zoppa”  

c_scalefl_progressiveq_80w_800

Ma Obama  con le sue scelte stupide non ha capito una cosa. “Il rapporto fra Israele e l’America è molto profondo di quanto lui creda. E non si basa sul sostegno americano.” Solo il  tempo potrà confermare la forza di questo vincolo.  “Il presidente entrante Trump ha espresso opinioni molto forti nei confronti di Israele e ha nominato un ambasciatore con un punto di vista altrettanto forte ed il tempo ci dirà tutto questo che cosa significherà.”

Nonostante in passato  sia stato critico sulla presenza di Israele, in Giudea e Samaria, Dershowitz ha voluto ribadire che “nessuno si deve muovere da Maaleh Adumim o Gilo, tutto deve essere soggetto  a negoziati bilaterali e non alle Nazioni Unite. Le Nazioni Unite non dovrebbe essere permesso di avvicinarsi al conflitto israelo-palestinese, perché ogni volta che lo fanno il risultato è che la pace risulta più difficile da raggiungere. ”

dershowitz_alan_6051

Visione chiara e senza equivoci  anche su che come dovrebbero comportarsi gli Stati Uniti di Trump nel prossimo futuro. Agire contro le Nazioni Unite in risposta alla risoluzione. “Guardate cosa è successo quando l’Arabia Saudita ha minacciato di tagliare i fondi.  Ban Ki-moon li ha tolti dalla lista nera. Questa è la strada da seguire il modello da prendere. Minacciare di tagliare tutti i finanziamenti fino a quando questa vergogna di risoluzione non viene annullata. E vediamo come l’Onu reagirà… “

E Per quanto riguarda la possibilità della risoluzione leader cause contro gli israeliani presso la Corte penale internazionale (Cpi), che i funzionari dell’autorità Palestinese hanno minacciato di presentare Dershowitz ha sottolineato che la Cpi non ha alcuna giurisdizione su Israele. “In un mondo democratico”, ha sottolineato, “è necessario acconsentire, e Israele non ha mai acconsentito alla giurisdizione della Cpi. E vorrei mettermi a disposizione per ogni israeliano che viene portato davanti alla Corte penale internazionale. Metteremo insieme la migliore squadra nella storia legale per opporci a questa tirannia con la legge come veicolo di tirannia “.

 

Condividi