La ripicca della Giordania
Resta aperto il Monte del Tempio
nonostante la “nuova ondata Covid”

Il complesso sul Monte del Tempio di Gerusalemme rimane aperto ai fedeli musulmani nonostante l’ondata di contagi da coronavirus. Ne ha dato notizia   la tv Canale 12 spiegando che durante la prima ondata il complesso era stato chiuso in coordinamento tra Israele e Giordania, che gestiscono congiuntamente il luogo santo.

Adesso, tuttavia, la Giordania rifiuta di coordinarsi per protesta contro i prospettati piani di Gerusalemme circa la sovranità su parti della Cisgiordania. Di conseguenza, in mancanza di coordinamento, non è stato apportato alcun cambiamento all’accesso del Monte del Tempio e migliaia di musulmani continuano a recarvisi a pregare, nonostante i rinnovati focolai di contagio che si registrano sia in Israele che in Cisgiordania.

Condividi