La risposta di Netanyahu all’Onu
2500 nuove case in Cisgiordania

1485269982-olycom-20170123141132-21943511

di Sergio Rame  –

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu e il ministro della Difesa Avigdor Lieberman hanno dato il via libera alla costruzione di 2.500 nuove unità abitative in Cisgiordania.

Benjamin Netanyahu e il ministro della Difesa Avigdor Lieberman

Benjamin Netanyahu e Avigdor Lieberman

Secondo quanto riferito dal quotidiano Haaretz, che cita un comunicato del ministero della Difesa, gran parte delle nuove case saranno costruite all’interno di blocchi di insediamenti, mentre le altre cento nell’insediamento di Beit El e altre in quello vicino di Mogron.

Jared Kushner

Jared Kushner

È il secondo annuncio di nuove costruzioni nei territori occupati dall’insediamento del presidente americano Donald Trump. “Le 2.500 abitazioni – ha affermato la nota della Difesa pubblicata dal quotidiano Haaretz – saranno realizzate negli insediamenti esistenti”.

Cento saranno costruite a Beit El, luogo che secondo i media israeliani ha ricevuto finanziamenti dalla famiglia del genero di Trump, Jared Kushner. “Ho concordato con il ministro della Difesa la costruzione di 2.500 unità abitative – ha scritto Netanyahu sul proprio profilo Twitter – continueremo a costruire”. Il ministro Lieberman ha, poi, fatto eco: “Stiamo tornando alla vita normale in Giudea e Samaria”.

  (il Giornale)

 

Condividi