La rivolta di Jaffa, cinque arresti
per difendere un vecchio cimitero

I vigili del fuoco lavorano per estinguere un veicolo incendiato nella notte di rivolta a Giaffa

di Yair Shalom –

Cinque residenti di Jaffa sono stati arrestati  a seguito di proteste  per i piani di costruzione di un rifugio per senzatetto su terreni di un vecchio cimitero musulmano. La polizia ha arrestato due ragazzi, di 13 e 15 anni, sospettati di aver dato fuoco a un cassonetto (sono state trovate attrezzature per accendere un incendio). Altri due uomini, uomini di 19 e 21 anni, sono stati arrestati con l’accusa di aver lanciato pietre contro gli ufficiali che stavano arrestando i due ragazzi. Nessun agente di polizia è rimasto ferito.

Sempre a Jaffa, la polizia ha arrestato anche un uomo di 23 anni per aver puntato un raggio laser sul pilota di un elicottero della polizia, “mettendo così in pericolo la vita dell’elicotterista” e disturbando l’attività della polizia”. L’arrestato risultava essere agli arresti domiciliari.

 

 

Condividi